Mira!

Libreria Florida Firenze

Il piccolo inconfessabile segreto di concepire un sito web in modo “analogico”

L'

L’emergenza Covid ha rappresentato e rappresenta un momento sfidante per tanti (tutti!) i settori economici. Alcuni di questi hanno però avuto modo di cogliere delle opportunità nella crisi. E’ il caso dei piccoli esercizi commerciali di quartiere, spesso a conduzione familiare, che da sempre puntano sulla relazione e sul rapporto con i clienti. Chi è stato in grado di trasferire ed attivare questo “capitale sociale” sul web, ha saputo mantenere e in alcuni casi accrescere la propria attività anche nei mesi rallentati e fermi a causa del Covid-19.

La Libreria Florida di Firenze (attiva dal 1953) è uno di questi: durante il lockdown si è inventata modi nuovi per raggiungere il proprio pubblico (video consigli di lettura sui social, prenotazioni di libri via email e consegne a domicilio). E quando il lockdown è finito, i due proprietari Elisa e Alessandro, hanno deciso di investire in un nuovo sito web per dare continuità al loro esperimento digitale.

Nel momento in cui Mira! ha iniziato a progettare il nuovo sito web, si è presentata puntuale questa domanda: come raccontare online l’esperienza di entrare in una minuscola libreria di periferia (soli 28mq) stracolma di libri? Non avevamo a disposizione belle foto di ambienti, nè ci potevamo spendere immagini sulla location, e così..

..abbiamo scelto di riprodurre online non tanto la libreria come luogo, ma l’atmosfera sorridente che ti accoglie al tuo arrivo!

Una cosa tira l’altra e oltre al sito web abbiamo messo mano al logo e all’immagine coordinata (visual design by Nicoletta Baconi) inserendo anche una serie di call to action per invitare i lettori a entrare in contatto, anche a distanza, con la libreria: consigli personalizzati, pizzini digitali con brevi info, piccoli giochi, questionari che permettono all’utente di mettersi in contatto e comunicare con il loro libraio di fiducia che risponde dall’altra parte. 

Strumenti nuovi ma semplici da usare pensati per permettere ai due librai di continuare a padroneggiare una comunicazione più digitale che non si sostituisce alla loro attività tradizionale ma che la integra, arrivando anche più lontano (adesso Elisa e Alessandro consegnano libri anche in zone della città che fino a poco tempo fa erano fuori dal proprio raggio d’azione). 

Perché ogni trasformazione, anche quella digitale, inizia dalle piccole cose!

mira-boutique-agency-comunicazione-firenze

Cosa abbiamo imparato

#1 – Mai farsi abbattere dai propri limiti: c’è sempre un modo per trasformarli in punti di forza!

#2 – Per introdurre anche una minima innovazione nel proprio lavoro abituale, bisogna volerlo ed essere disponibili a imparare e sbagliare qualcosa.

#3 – Chi nel tempo ha costruito un rapporto di fiducia con i propri clienti, ha un formidabile asso nella manica da potersi spendere anche on line.

#4 – Pensa fuori dalla scatola: un sito web non è un oggetto indipendente da tutto il resto, funziona meglio quando è connesso ad una serie di strumenti correlati che ti permettono di parlare con il pubblico!